care coop, almeno sapere come si chiama!

quanto costa acquistare una intera pagina pubblicitaria su un quotidiano nazionale? 20Mila euro, 30mila euro? Basta prendere in mano Il Giornale o Repubblica di oggi per assistere al ringraziamento delle coop al loro testimonial: Peter Falck.
Falck? La famiglia di industriali milanesi delle acciaierie?

Il vostro caro testimonial si chiamava Peter Falk: vabbe’ adorarlo, ringraziarlo e ricordarlo. Ma almeno azzecate il nome!!

“just one more thing”

colomboSe c’e’ una cosa che non mi stanca mai e’ un telefilm del tenente colombo. Mi rilassa, mi coinvolge: mi stuzzica l’eterna spirale del gioco gatto-col-topo.
E poi la moglie che non si vede mai, il cane che non ha nome; insomma un character memorabile. IL muoversi a ritroso, conoscendo da subito l’assassino, l’immedesimarsi per prevedere gli errori apparentemente insignificanti che faranno crollare il castello di carte.

Per questo la sua scomparsa e’ un soffio di infelicita’: la constatazione che un tipo di televisione intelligente, a fuoco lento, originale … non esiste piu’.

navigatori dell’ignoto

silverbergLa storia di Colombo, Magellano e Drake. Ma nello sfondo anche Vasco da Gama, Bartolomeo Dias, Cabral, Diogo Cao, Cavendish e decine di altri.
Tra il 1489 e il 1605 la cartografia mondiale cambio’ per tutti questi geni invasati illuminati pazzi. Un libro coinvolgente esaltante (Piemme, 448 pagine) a tratti trascinante.
Oggi un qualsiasi bifolco come me puo’ mettersi in aereo e giungere in 10 ore in america.
Qui si parlava di tre anni in mare! Senza strumenti.
Ma conoscere le privazioni, i sacrifici, le lotte intestine che hanno portato alla prima (quasi) circumnavigazione di Magellano e’ meraviglioso e abbagliante. Il libro di Silverberg e’ asciutto e completo. In una parola: avvincente!

colombo nelle americhe

Libro (Einaudi, 169 pagg) un po’ sempliciotto, ma comunque interessante. Scevro della vulgata tutta italiana che sottovaluta i gravi errori sociali del genovese per evidenziare la sua ispirazione cattolica.
Il racconto di una grandiosa avventura di un genio della navigazione, meraviglioso innovatore caparbio e perspicace. Capace di gravi leggerezze ma pur sempre un eroe nazionale. Ogni volta che prendo il mare (mafia, laccadive, el nido) penso a quanto grande debba essere stata la sua forza d’animo nell’avventurarsi verso l’ignoto, conoscendo solo Marco Polo, Tolomeo e Toscanelli.