cronache dalla quarantena (covid-19)

E così ti trovi a casa. Sai che la tecnologia non è servita a nulla contro un nemico invisibile.

Sai anche che tutte le certezze sono state stravolte. Socialità è solo asociale, sui social: non puoi uscire di casa. Ho la tachicardia, questo raspino in gola non me la racconta giusta; tutte le tue certezze, la tua sicumera, le tue convinzioni sono sfaldate, sfibrate da un minuscolo nemico invisibile.

Sospetti del tuo vicino, non ti fidi  di nessuno. Ti indigni quando il sovranista di turno fa il cinico non coi neri e coi disperati, ma con te e con i tuoi cari più fragili. Fa incazzare vero?