“interdet”

Oggi ho partecipato al funerale di un collega. Uno che ha dedicato la vita all’Inter come pochi altri. E’ la persona con cui io e Corra abbiamo condiviso la scrivania per un paio d’anni.
Ora, questo mio collega era di un’altra generazione; non capiva nulla di siti e reti. Nonostante questo non ci siamo mai sentiti degli intrusi. Anzi.

Ci chiamava quelli dell’interdet e  ci ricopriva di aneddoti sul calcio, sul ciclismo e sul tifo organizzato. Una persona squisita e disponibile. Sempre cordiale: anche quando sotto pressione non perdeva mai il suo sarcasmo un po’ nero

 

Annunci