Mayda – Norimberga. Processo al Terzo Reich

Un libro ben scritto. Coinvolgente, asciutto e tragico.

Nullum crimen, nulla poena sine lege

Sai già  come andrà  a finire ma il narratore sa come interessarti, quando divagare, quando approfondire i profilo dei protagonisti parlando della loro infanzia, dei loro sogni prima di precipitare nel baratro della barbarie nazionalsocialista.

Ripercorrere i capi d’accusa, lo svolgimento del processo è terribile, angosciante. Pieno di spunti ominosi per i gerarchi. Affascinante perché esplora crimini mai commessi,  addirittura godibile perché introduce all’eristica. Cioé la sottile lotta per fare che la propria dialettica prevalga in una battagia dibattimentale. Un libro da leggere, che non lascia indifferenti.

 

 

Annunci