la fantascienza migliore

E’ quella che nasce dalla mente, quella che ti pone la realtà  sotto una nuova prospettiva. Un  punto di vista inaspettato, una situazione incredibile ma ora verosibile con una nuova chiave di lettura.

Qualcosa che trascende le tue convinzioni, le tue certezze. I tuoi pregiudizi. Per questo improntare la propria esistenza alla logica è vera fantascienza.

Leonard Nimoy, col sopracciglio,  mi faceva sognare più di tutta la pentalogia di Transformers.

due parole su RAI Isoradio

IMG_7427IMG_7426Fine di Febbraio 2015, viaggio di rientro da Chiavari a Milano.  Esterno pomeriggio. Diluvio.

Piove davvero tanto, sentiamo IsoRadio. In 45 minuti ti avvicini a genova e prendi la Serravalle… tranquillo.

Piove in modo davvero intenso, senti alla radio musica, ciance e un po’ di informazioni. Incidente sulla A26 Genova-Gravellona Toce.

Altre segnalazioni su zone coperte dal maltempo.

Si fanno le 19. A Bolzaneto piovono cats and dogs.

Rallentamenti sulla Pontina: tempo di percorrenza atteso 10 minuti in direzione Terracina  (mi chiedo.. normalmente quanto ci metti? 5 minuti? Era il caso di chiederlo?)

A Busalla sento “mezzi spargisale in azione sulla A26“, ma continua a piovere a fianco della raffineria. Supero il viadotto dei Giovi, Isoradio la parola magica “nevischio

Un paio di minuti e supero Ronco Scrivia, la temperatura precipita da 10 a 4 gradi (anche per quello ero moderatamente tranquillo). All’uscita dell’ultima galleria prima di Isola del Cantone trovo una bufera di neve: visibilità  scarsissima e già  5 cm a terra. Rallento. Percorro 2 km in mezzo a una tormenta, esco a Isola del Cantone pattinando e imprecando sottovoce.

Un tabellone mi aveva avvertito, ormai tardi: “neve fino a Serravalle, moderare la velocità ; sono possibili disagi

Chiedo al casellante lumi, prima di fare inversione verso Genova. “Alberghi? Non ce ne sono qua… occorre andare a Genova o a Tortona“.

Grazie Isoradio.

quei giorni un po’ così

capture_09022015_180917Ho davvero dormito poco, all’ultimo sono arrivati gli highlights da fare per una partita finalmente soddisfacente. Ma, stanchezza a parte, sono raggiante. Tutto funziona come dovrebbe. Ieri una splendida giornata al lago Maggiore, dove abbiamo assistito al “cimento”.

Un manipolo di temerari si è tuffato nel blu gelido del lago. Un ottimo pranzo a seguire. Oggi al lavoro, infine, sono stato incredibilmente produttivo. Lavoriamo senza staging, ma a volte capita di scrivere codice così. E va tutto bene al primo colpo. Così come per il poster frame, non più generico ma relativo alla partita appena concluca, che invita a completare il log-in per poter vedere la video sintesi.

Image Magick a manetta. Uso di Composite avanzato.

Ma oggi funziona così. E’ addirittura arrivato il treno in orario, e Leonardo si è svegliato al momento giusto.