10 dicembre 2014

C’è sempre un primo della fila, in ogni occasione. E’ questo il momento in cui ti ritrovi con persone che non vedevi da 30 anni. Quelli della tua Leva. La leva del ’71.

Dopo Luca, adesso Nicola.  Dietro di loro il mistero di una vita vissuta e conclusasi, prematuramente.

Così lontani e così vicini. Non nel giro delle amicizie, non nella compagnia, solo alla scuola elementare. Ha ragione Nadia “se qui ci vivi come un dormitorio, certe cose non puoi saperle”. Il ritorno ad una dimensione rurale, un altro sistema solare, in cui tutto è più collegato e meno dispersivo.