i problemi con youtube

come segnalato in precedenza, nessuna piattaforma web e’ perfetta. pero’ ci vuole classe, nel palesare le proprie incertezze
le scimmie di youtube ci riescono

sob, sob: sop., sop.

l’avventura di un giorno feriale: come arrivare al lavoro.

il bello e’ che poi si replica: come tornare a casa.

finora e’ andata di lusso.

un baco per youtube

Stiamo mandando live su youtube diversi eventi, tra cui la partita della primavera. Questi eventi LIVE vengono impostati sul proprio profilo youtube e ricevono un segnale campione che in genere e’ inviato da tramite flash media live encoder. Una macchina in rete locale che ovviamente ha anche un ingresso video.

La magagna e’ grossa, mi vergogno a dirlo e pensavo stessi facendo qualche topica.
Si crea un evento live, si imposta una data di inizio (approssimativa) e, quando e’ il momento, dall’interfaccia di youtube dicca il tasto fatidico ‘broadcast now’ oppure ‘inizia trasmissione’.
Se il FMLE sta gia’ inviando il segnale da broadcast al server rtmp di youtube e non si e’ ancora premuto il tasto ‘broadcast now’ succede che:
– se si visualizza il video allì’interno del proprio canale di youtube -> si riceve il messaggio ‘questo evento iniziera’ tra X ore
– se si incorpora lo stesso idvideo sul proprio sito, con un semplicissimo div e un iframe… -> si vede di gia’ lo streaming video!

terme euganee

dopo tre giorni alle terme non sono propriamente riposato o rilassato. Ma sono ravveduto. Ho constatato che Padova e la zona delle Terme Euganee e’ bellissima, affascinante ed interessante.
A Gennaio e’ piu’ facile trovarci russi e soprattutto tedeschi. Ma fare il bagno nell’acqua termale mentre fuori la temperatura scende sotto lo zero e’ una goduria indescrivibileSentire poi il tuo corpo avvolto da un fango maleodorante e caldissimo e’ una fuga dalla realta’ intensa e vivida.

Il profumo delle foglie di limone – Clara Sanchez


Difficilmente mi tuffo nei bestseller o nelle pile di libri che vanno ‘per la maggiore’ all’ingresso dei multistore. Sono diffidente.
Ma arrivavo da un momento molto difficile, combattuto. E ho deciso di rimettere in gioco le mie convinzioni.

Questo libro di Clara Sanchez si legge velocemente, ed e’ un bel leggere. La trama e’ interessante, e anche la scelta di avere due narratori mi e’ piaciuta. Non siamo di fronte a un capolavoro, ma e’ un buon libro. Ci ho ritrovato molti spunti di riflessione, ben oltre quanto la trama e la forma (abbastanza piana, tipo Dan Brown) lascino ispirare.
Lo scontro generazionale tra anziani e giovani, il cercare lo scopo della vita quando e’ troppo tardi, come una giornata banale possa portare conseguenze inspiegabili, come si scivoli lentamente dall’ammirazione all’odio e alla paura.
Su tutto, poi, due cose estremamente godibili: il mare d’inverno come sfondo alle vicende e la banalita’ del finale. Perche’ la vita non sempre ha un lieto fine, o un cattivo finale.

pisapia in thailandia, a krabi

crisi: e’ il momento per indignarsi
sempre e comunque
e soprattutto senza riflettere

prima calderoli con la sua censura sulla festa di capodanno di Mario monti (che coraggio!)

adesso Pisapia che va in vacanza in Thailandia, ci si straccia le vesti perche’ e’ andato al Rayavadee di Krabi

secondo me uno puo’ andare in vacanza dove vuole, soprattutto se non ha fatto un viaggio di nozze decente
ma e’ altrettanto vero che e’ una ricerca del lusso ad ogni costo che non condivido, e che mi infastidisce un po’: a 300 metri dal resort di Pisapia ce n’e’ un altro, dove io ho soggiornato. E’ un ottimo 4 stelle, tranquillo e nuovissimo.
5 minuti a piedi, in una rigogliosa e splendida foresta, e ti ritrovi nella stessa spiaggia del Rayavadee, una delle piu’ belle al mondo.

Spendendo un settimo.

esegesi di un personale mito

Stare male sotto le feste fa riflettere.
Soprattutto quando ti ritrovi decine e decine di canali che brigano di risollevarti il morale con film da bambini e ragazzi. E poi, ci sono i classici. Come Una poltrona per due o le innumerevoli varianti di the christmas carol.

E’ anche capitato che, una sera, ci fossero in contemporanea 5 film di Fantozzi tra digitale terrestre, sky e rete4.
Film insignificanti, sciapi, persino imbarazzanti. Nulla a che vedere con i primi tre episodi, che adoro e che arricchiscono il bagaglio culturale della societa’ italiana.
Questo articolo, passatomi da un estimatore come me, e’ preziosissimo.
esegesi fantozziana