contagio scongiurato

il basco amaranto, le bandiere, il pianto del piccolo simone, le frecce tricolori, la folla commossa e, ovviamente gli APPLAUSI.

Il dolore e’ per me un fatto privato, estremamente privato. Per questo mi irrito quando tutti vanno in televisione per dire la loro: il cognato, il cugino, la zia …persino il vicino di casa. Ognuno ha un ricordo da spiattellare in televisione. Poi,
gli applausi. Cosa c’entri la guerra, la morte, il trapasso con gli applausi… qualcuno me lo deve spiegare.
Poi i discorsi, le parole, i ricordi gli slanci, le foto, le ricostruzioni, le coincidenze…chissa’ se per le migliaia
di caduti americani si approntano queste ordalie. Stavo per essere sopraffatto dalla retorica dilagante quando, ieri sera, e’ intervenuta Rete4. Addirittura.

A disegnare un quadro realistico, tagliente ma non retorico per quel dramma che e’ la guerra.