la destra del fare

dc303a606b69e3832ba2e7fc80008757Da quattro giorni sono nell’ufficio di Corso Vittorio Emanuele; centro finanziario della capitale economica del paese.
Banche, assicurazioni, fondazioni bancarie: ecco i nuovi vicini della sede di F.C. Internazionale.

Da molti anni, tra Lega e Popolo della Libertà , Milano è retta dal centrodestra: poche seghe mentali ma fatti. Interventismo e decisionismo, mica ‘apriamo un dibattito’ salottiero radical chic di sinistra.

Ora, il bilancio del comune ha subito un tracollo dovuto a investimenti azzardati in strumenti molto speculativi: i derivati.
Rischio sottovalutato perché un dirigente non sapeva l’inglese.

fresh start

primo giorno nella nuova sede di F.C. Internazionale: scatoloni, discorso di insediamento, spumante e tanta tanta pioggia e tanto freddo.

non e’ facile lasciare un meraviglioso palazzo di fine 600 che, sgombro degli arredi, sembrava ancora piu’ maestoso: ma occorre guardare al bright side.
Mi do qualche giorno per trovarne uno, oltre allo struscio stop-n-go in corso vittorio emanuele II

apologia dello spostamento

scatoloni in mano, fa molto americano. Ci sono aspetti positivi
– fai un repulisti di cose che non ti interessano
– ti rendi conto di quanto prima avresti dovuto liquidare una serie di inutilità 
– cambi le tue abitudini
– dai un peso e una dimensione alle cose piu’ importanti
– hai la sensazione netta di voltare pagina
230420091797

fiori sul letame

I corifei della destra di oggi sono Feltri, Belpietro, Giordano e Emilio Fede

Tanto di cappello e tanto da imparare non solo da Montanelli e Cervi, ma anche e soprattutto da Giano Accame, spentosi ieri. Purtroppo.
Altri valori morali, altri principi, altro concetto di etica e politica.

Forse un giorno Veneziani e Giordano Bruno Guerri riusciranno a prendere la propria rivincita sui lacché professionisti tanto in voga oggi…

altro pianeta

fosse stata una partita dell inter, avrei lavorato fino all’alba.

ma la partita chelsea-liverpool di ieri e’ stato un vero piacere per gli occhi… chissa’
a vivere in sede, per lavoro, una girandola di emozioni come questa.

chissa’ cosa sarei stato capace di sfasciare

chelsea

silenzio barocco

ultima partita in casa a Palazzo Durini. Pranzo e tanto silenzio nei corridoi. Sensazione strana, questo sabato di Pasqua. Per non pensarci, mi fiondo alle Messaggerie e compro d’impulso un doppio CD

fuori dal mondo

img_0214quattro giorni a svegliarsi alle quattro del mattino: è il retaggio e l’unico inconveniente del viaggio nel meraviglioso arcipelago di Bacuit, El Nido, Palawan, Filippine

Viziati e coccolati dai filippini, colpiti dal meraviglioso impareggiabile contesto. Irripetibile vacanza, impreziosita dal fatto che un ambiente cosi’ unico e integro sia stato dimenticato dal turismo di massa e necessiti di protezione vigile e severa.
(e le analogie con LOST le tengo solo per me)
img_0184Che fosse eccezionale lo pensa anche Kino Ichio, uno dei giapponesi conosciuti al resort. Questo il suo foto-album


Ang buhay ay parang gulong, minsang nasa ibabaw, minsang nasa ilalim.

Life is like a wheel; sometimes you are on top, sometimes you are in the bottom.

sir gian franko

P1140117una vacanza incredibile, indescrivibile

il tempo di riordinare idee e foto, dopo 31 ore di viaggio… su tutto l’incredibile disponibilita’ e cordialita’ dei filippini

gli albergatori italiani dovrebbero passarci qualche giorno