ricordiamolo così

16877-150.jpgoggi entrando in sede ho visto Urbano Cairo soddisfatto. buon segno.
uno dei più grandi equivoci, uno dei giocatori più controversi oggi s’è levato (ancora troppo blandamente) dalle scatole

puri esteti del calcio, romantici aficionados delle immancabili prodezze contro empoli e brescia, siete finalmente serviti

onorevole, ambrogino d’oro e grand’ufficiale

Oggi grande ospite a palazzo Durini: l’onorevole e grand’Ufficiale della Repubblica Franco Servello.
Appena l’ho visto l’ho tampinato e portato in sala dei trofei: c’è anche lui in una gigantografia con Herrera, Moratti Sr e la coppa Campioni.
Ha raccontato l’aneddoto del tentato assassinio da parte di Lotta Continua, fallito perché aveva deciso di seguire l’Inter e non rincasare al solito orario.

Ideologicamente e politicamente siamo agli antipodi, lontani anni luce. Ma spesso gli opposti esercitano reciprocamente un certo fascino inconfessabile…un magnetismo indefinito… e in ogni caso è un pezzo di storia dell’Inter e del secolo breve italiano.

Opera, FFox e IE; quale browser per internet

Di solito si condiscono amici e colleghi con la frase “metti Firefox, che è più sicuro

In realtà  io uso mozilla e IE7 per testare il sitone.

Ma una ricerca recente svela che Opera in definitiva è il browser più sicuro, e anche Firefox nasconde molte insidie. Per diversi tipi di exploit (Remote code execution) Explorer è sicuramente il più infido.

Particolarmente sapido l’esempio portato come sito delatore di Malicious code e il sito italiano http://www.keithjarrett.it/

dilemma della salamella

parte il campionato, ma l’Inter ha il freno a mano tirato. Si parte come lo scorso anno… sposto qualche decoder, qualche variabile di stagione che manca e il caldo tropicale che invece riappare

Ieri sera strepitoso spettacolo di Gene Gnocchi al palaSharp: comicità  surreale, mai banale e trovate spiazzanti. Allegria per lo show e disorientamento per la festa dell’Unità : il dilettantesco governo prodi e la fumosa gestazione del partito democratico lasciano molti dubbi nella testa di chi crede ancora nella sinistra. volontari che fanno sacrifici a cuocere frittelle per quali ideali, quali prospettive?

c’è un muro che invita la gente a vergare le parole del partito democratico, tra il tatzebao e il murale.ecco alcuni spunti

silvio grazie di esistere (ancora)

speriamo che l’anno prossimo non sia la festa dell’Unità  cristiana

partito democratico: voi siete qui. (freccia lunghissima——–>) ma dove?

liberalizzazione, ma per gli altri

la scheda del digitale terrestre è scaduta, e i soldi di Inter sono finiti nelle tasche di Mediaset, senza colpo ferire.

un evento anacronistico

in pochi anni, poi, il costo di una partita è passato da 3 a sei euro.

questa tecnologia zoppa non smette di stupire

venti righe sul precariato

La scorsa settimana il deputato indipentente Caruso ha straparlato, cercando di difendere i precari. Ha ragione Grillo, ha fatto solo danni.
Per tutta reazione, molti soloni-esperti-giuslavoristi hanno riempito i giornali delle loro repliche, il cui tono era: la flessibilità  è necessaria, in italia siamo indietro, la disoccupazione è diminuita, le leggi Biagi-Treu sono indispensabili per smuovere il mercato del lavoto. Facciamo l’appello: Ichino sul Corriere, Boeri sulla Stampa, Gallino su Repubblica. Anche il più simpatico di tutti: Besana su quel foglio-da-culo che è Libero, per cui quelli che innalzano il vessillo di san precario sono gli stessi no-global che sfasciano le vetrine delle banche.
Tutti che difendono l’istituto senza averlo provato sulla loro pelle, senza necessità  di vincoli, lo esaltano e non accennano minimamente agli abusi su cui buona parte delle aziende speculano.

cocopro-inps.jpgA corollario di questa posizione ideologica, ho trovato quest’articolo. Narrasi che quasi tutte le casse di categoria INPS sono in profondo rosso. L’unica in attivo è quella dei parasubordinati, che ripiana le altre: i figli (precari) che pagano la pensione ai padri, fin qui nulla di nuovo.
Ma almeno non facciano i tromboni contro chi li mantiene.

Schiavi moderni

notifica in pdf

dopo corra, è la mia volta di usare PDF::API2, la finalità  è rendere uniforme la notifica di cessione biglietto stadio.
Se uno stampa una mail come ricevuta, il rendering è imprevedibile: MUA, font di sistema. Se invece la ricevuta è un file acrobat-reader 1) è più difficile
da taroccare 2) è più facile da controllare.

la documentazione è proprio scarna, a differenza dell’omologo FPDF: per inserire un’immagine o ruotare un testo si deve sudare, oltreché armarsi di righello.

la sede è deserta, il cazzeggio spudorato da parte di tutti (ci sono anche delle foto compromettenti)… ma in un giorno e mezzo ne sono venuto comunque a capo… da giovedì vado online.