gesù al family day


Ieri il giubileo dell’ipocrisia. Politici finto-clericali in piazza (loro, divorziati come Casini) o concubini in peccato (Berlusconi, comunicatosi al funerale di Craxi) per difendere la FAMIGLIA.
Politici che per la famiglia han fatto poco-un cazzo, vedono esplodere il mercato immobiliare, crollare la natalità  degli italiani e scomparire gli ammortizzatori sociali… pronti a farsi vedere, a concionare. Che tristezza.

Esiste un solo archetipo di famiglia? Esiste un solo tipo di coppia accettabile?
Quale è il diritto naturale che la Chiesa cattolica vuole impugnare?

Gesù non è stato concepito tradizionalmente… suo padre e sua madre non hanno “consumato” per scelta – secondo il diritto canonico il legame della Sacra Famiglia è quindi nullo.
Quanto poi alla forza del suo messaggio, prendiamo alcuni brani dai vangeli sinottici.

«Se uno viene a me e non odia suo padre, sua madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo» (Luca 14,16)

«Ecco là  fuori tua madre e i tuoi fratelli che vogliono parlarti. Ed egli, rispondendo a chi lo informava, disse: E chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?. Poi stendendo la mano verso i suoi discepoli disse: Ecco mia madre ed ecco i miei fratelli; perché chiunque fa la volontà  del Padre mio che è nei cieli, questi è per me fratello, sorella e madre» (Matteo 12,46)

«Uno dei discepoli gli disse: Signore, permettimi di andar prima a seppellire mio padre. Ma Gesù gli rispose: Seguimi e lascia i morti seppellire i loro morti» (Matteo, 8,22)

un tempo la chiesa muoveva lo spirito dell’europa. Ci si divideva sul filioque, sull’eresia monofisita o monotelita, sulla simonia, sul peccato originale.
Ama e fà ‘ ciò che vuoi, diceva S.Agostino.

Mala tempora, oggi i politici liberisti in economia vogliono essere statalisti nella vita privata. Lo stato accettato non è quello italiano, ma quello della chiesa che dice come quando chi amare.
ecco perché ieri gesù non c’era