FCKeditor, javascript e html nei testi

FCKeditor è una valida alternativa ad HTMLArea: consente di raffinare le form con quella formattazione essenziale; nell’inserimento di un articolo posso introdurre degli a-capo e zone in grassetto o corsivo. Tipico esempio, un’intervista sul sitone.

FCKEditor dopo HTMLArea
FCK, a differenza di HTMLarea, sporca il testo con HTML+ gradevole: rende il grassetto con STRONG anziché con uno SPAN STYLE BOLD. Come compatibilità , ha l’unica pecca in Safari per MacOSX.

Controllare un testo inserito – non nel tuo documento
Il problema è che la tua textarea, che FCK trasforma con tanti bottoncini non “appartiene” più alla pagina HTML che stai complilando, ma è un IFRAME evoluto – contenente a sua volta una barra di formattazione e una TEXTAREA avanzata.
Praticamente document.nomedellaform.nomedellatextarea.value non esiste (se, come fan tutti, si usa il Replace automatico di FCK)!
Il DOM del documento è alterato dalla API di FCKEDITOR, molto potente ma un po’ complicata.
In estrema sintesi è possibile applicare eventi javascript alla tua TEXTAREA chiamata pippo istanziando una variabile tipo
var oEditor = FCKeditorAPI.GetInstance(‘pippo’);
il contenuto è accessibile con
contenuto = oEditor.GetXHTML();

Ajax e per il controllo ortografico
una volta disponibile il testo, lo prepariamo per una chiamata ajax: senza cambiare pagina, il nostro giornalista richiede il controllo ortografico del pezzo inserito. Uno script PERL invoca usa il modulo Lingua::Ispell e, seguendo il paradigma AJAX http.open-handle response, fa apparire il testo con le correzioni sotto la textarea di inserimento.
Ovviamente la richiesta AJAX è fatta con un GET: siccome il testo proveniente da FCK ha dei tag e line-feed, è necessario ripulirlo prima di sottoporlo allo script:
escape(inputString); e replace(/]*>/g, “”);

un po’ di pulizia la fa anche il perl prima di fare il controllo: sulle regexp è + potente!

sicurezza prêt-à-porter

non dovevano esserci né politici né partiti – sorriso ingenuo

si sfilava per la sicurezza in una città  governata da oltre 15 anni dalla stessa coalizione, e questo mette di buonumore

la questura conta 7 mila persone, i promotori rilanciano a 30 mila, il Comune tocca l’iperbole delle 70 mila, ma questo è la regola

sul palco un pluripregiudicato a piede libero grazie a prescrizioni e leggi accomodate e accomodanti, anche questo fa ridere

aggiungi la beffa della cera, la farsa è completa

25 anni di radio italia

Il forum urlava per Nek, Tiziano Ferro, Grignani e Gigi D’Alessio.
Ma la serata celebrativa dei 25 anni di Radio Italia è stata davvero emozionante, per altri artisti.
Un’orchestra di 50 elementi ha accompagnato i grandi successi di Baglioni, Bennato, Brizzi, Zero, Ruggeri, Nomadi, Tozzi, Morandi, Ron, Raf e le Vibrazioni.
Neppure una donna, peccato. Su tutto, gli arrangiamenti di Ron e il duetto Baglioni-Bocelli.

25032007201.jpg

25032007200.jpg

Travaglio – “La scomparsa dei fatti”

Tagliente, sarcastico, cinico e ben documentato. Circostanziato e preciso, mortificante per il nostro paese.
Il nuovo libro di Marco Travaglio (il Saggiatore, 320pagg) è folgorante, ma potevamo aspettarcelo.

Ottimo narratore, preciso e puntuale, ci spiega perché il giornalismo italiano è vergognoso e imbelle, tranne qualche eccezione.
Parliamo di Giulio Andreotti, Bruno Vespa, Carlo Rossella, Cesare Previti, Luciano Moggi e altri ameni personaggi, che solo in Italia possono ancora pontificare. Pennivendoli asserviti al potere, sempre pronti a non disturbare il politico di turno, a non fare domande sensate… in questo siamo lontani anni luce dall’america e da ogni altro paese minimamente civile.

Un libro per capire, per aprire gli occhi e crescere. Per appassionarsi.

Scomparso Montanelli, si avvera quanto preconizzato da Longanesi
“Non è la libertà  che manca. Mancano gli uomini liberi”

medioevo 2007 (1^ atto)

Largo Augusto, Milano. Il pane costa 4,95 EUR/Kg

Intesa San Paolo, primo gruppo bancario italiano pen n° di sportelli
– 7 giorni di valuta per incassare un assegno da altro istituto nazionale
– 17 giorni per un istituto bancario estero
– applicazione delle liberazzazioni Bersani sui mutui (azzeramento di penali per estinzione anticipata o passaggio ad altra banca): “ci dispiace, ma si applica solo ai mutui appena accesi, non a quelli già  esistenti”

e la tipa gira risoluta la sedia, compreso il suo perizoma a vista, confortata dal suo schermo a fosfori verdi.

inter.it & สมน้ำหน้า, ovvero som nam na

dimentico&ripudio subito una odiosa e impudente schadenfreude (o meglio: สมน้ำหน้า, som nam na, in thai ) per una ristrutturazione aziendali in ambito IT/web, e focalizzo sul futuro del sitone: a volte non cessa di stupirmi!

– recoba il giorno prima confessa di volersene andare e di contrappasso il suo augurio di buon compleanno, il giorno dopo, è asciutto e, soprattutto, non “di lavoro
– la notizia della grigliata è stata vista da 60mila persone solo in italiano!

sentenza uefa: chi ci smena?

Le sentenze non si commentano: si interpretano.

Navarro (panchinaro, autore del pugno) è stato squalificato per 7 mesi: a metà  di ottobre 2007 può tornare a giocare

Burdisso e Maicon (titolari, esagitati in modo vergognoso) hanno avuto una squalifica di 6 giornate.
Se va bene per loro (l’Inter fa i preliminari ad Agosto) si perdono la prima fase a gironi della Champions 2007/08 -> giocheranno a fine febbraio 2008
Se va male per loro (l’Inter non fa i preliminari) saltano prima fase e ottavi -> tornano in campo a aprile 2008

al solito una ricchezza spudorata si abbina a ragionamenti assurdi

7 satelliti

Una commessa ammiccante e un deficiente prodigo sperpera denaro.

Ecco completata la trafila per usare il navigatore satellitare: ho comprato il top delle antenne GPS della Nokia. Spesa notevole, ma impatto impressionante – come precisione, facilità  d’uso e comodità . Casorezzo è ottimamente coperto.

collaboratori a progetto 2007

Mi rimane una vaga speranza che questo governo faccia una seria politica di sinistra.
Per ora ha servito un brodino di liberalizzazioni (che la nostra destra impresentabile non aveva neppure avvicinato) colpendo per lo più i pesci piccoli.

Una delle questioni più spinose è la precarizzazione del posto di lavoro, la flessibilità  forzata vista dalle aziende come scorciatoia agli oneri contributivi.

Il nomen (co.pro) è vero omen per i collaboratori a progetto, categoria cui appartengo da anni. Quando sento parlare di tribolazioni per lo scalone pensionistico di Maroni, di fondi pensionistici ove investire il TFR mi viene un po’ da sorridere. Amaro.
Ho allora raccolto una serie di articoli (C) IlSole24Ore e RCS-Corsera usciti negli ultimi mesi: sono tutti PDF da pochi KB, ultimi 2 esclusi.
Contributi per definire novità  2007 e prospettive. Spero siano utili e invitino gli eventuali lettori ad arricchire la lista.

[articolo collaboratori progetto] Collaboratori a progetto: retribuzioni commisurate anche agli accordi economici per i dipendenti

[articolo collaboratori progetto] Co.co.pro assunti senza prova: il pagamento integrativo all’INPS salva il committente

[articolo collaboratori progetto] Quella stangata sui collaboratori a progetto (nuove aliquote)

[articolo collaboratori progetto] La scalata dei co.co.co – Aumenta il potere contrattuale col rischio di contenzioso

[articolo collaboratori progetto] Posto giusto ai collaboratori: entro il 30 aprile l’accesso alla stabilizzazione