giorni spettacolari

la pianura è sbattuta dalla nebbia, ma con Aureliano
ho passato due giorni splendidi. sciate strepitose, bourgignonne e grolle

29122006050-001.jpg

gaudet mater ecclesia

Pinochet (dittatore per oltre 20 anni) muore nel suo letto confortato dai sacramenti, l’unzione degli infermi.

Welby (ammalato di distrofia per oltre 20 anni) non può avere un funerale cristiano perché il vicariato glielo nega: aveva chiesto la fine dei suoi tormenti

eutanasia, fecondazione assistita, coppie di fatto. per non parlar di preservativi e omosessualità . Il 2006, un anno che slancia la chiesa verso il medioevo, tristemente sempre più staccata dalla società .

ora stiamo a vedere per Saddam… se la difesa della vita ad ogni costo vale anche per lui!

cordiali vaffa@

Sopravvissuto al sabba nevrotico dei regali, ammanto la giornata di sano spirito natalizio regalando un pensiero a

1) Al Furmigun. Da mesi a Milano, specialmente d’inverno, si respira merda ma Formigoni e i suoi assessori dell’ambiente nicchiano. Niente targhe alterne.
Ogni giorno di targhe alterne costa 75mila euro ai commercianti, e sotto natale, si sa, non sta bene. Meglio «Sostanziale potenziamento del trasporto pubblico, incentivi alla sostituzione dei veicoli e delle caldaie più inquinanti, rafforzamento dei controlli». Vale a dire, calembour permettendo: aria fritta e si rinvia alle calende greche

2) al governo Prodi. Una finanziaria, se la notizia è vera, si può accorpare stanando una camarilla di evasori. E ce ne sono davvero tanti. Ma la lotta all’evasione non doveva essere una priorità ? E’ troppo di sinistra?

Ha ragione Cornacchione, ha ridicolizzato la manifestazione del Polo del 2 dicembre in Piazza San Giovanni con uno striscione strepitoso: E adesso Tassateci Tutti

3) A Letizia Moratti.
Il medievale, splendido Palazzo della Ragione con il ricordo ai caduti della Grande Guerra è assediato da bancarelle di ogni sorta, salami e torroni. Un tentativo sbracato, da strapaese, di emulare i mercatini di Monaco e Tirolo.
In più… siamo in corsa per l’EXPO 2015. Contro chi? Barcellona, Rotterdam? SMIRNE!

ah, dimenticavo, in compenso la MilanodaBere si fregia dell’Hotel a 7 stelle

Ennio Morricone a Milano

morricone2006.jpg La corale intona Vita Nostra da Mission, mentre salgo le scale della metro Duomo, appena per entrare in piazza.
E’ il giusto preambolo da Sindrome di Stendhal: musiche famosissime e avvolgenti, per uno strepitoso concerto del premio Oscar Ennio Morricone.
Si inizia in ritardo (problemi tecnici) ma l’acustica è molto buona; piove, a singhiozzo e comunque troppo.
Il Maestro pesca senza pause nel suo infinito repertorio: Le Marginal, Metti una sera a Cena, Here’s to you da Sacco e Vanzetti, C’era una volta il West , il tema portante di C’era una volta in America (il film più bello, dal 1895 a questa parte) e Per qualche dollaro in più.
Mancano Per un pugno di Dollari e Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto.

Mancano soprattutto il Amapola e Tema di Deborah da C’era una volta in America e Romanzo da Novecento vale a dire la massima, suprema e sublime espressione melodica per la passione affettiva e politica, rispettivamente.

Ma per una volta, piazza del Duomo, gremita di ombrelli mi ha conquistato magica e celestiale. You Tube ti stupisce

In 13 al McDonald, e il centro di Milano è sotto assedio. Fortuna che mi torna il cellulare e posso scattare qualche foto, prima dello strepitoso concerto.

galleria-milano.jpg

nifty corners, pro e con

Nella riedizione della grafica per la cartella della tombola Inter 2006/07 ho voluto usare intensamente i CSS.

Per emulare un foglio di carta è utile appoggiarsi a ai Nifty Corners, che mostrano bordi arrotondati senza utilizzare gif trasparenti di supporto. Sono molto flessibili e permettono effetti interessanti, quali la realizzazione di menu orizzontali e box eleganti: l’articolo + interessante è sicuramente qui Nifty Corners Cube: angoli arrotondati mai così facili

Purtroppo incrementano impercettibilmente margini e padding dei vari div cui si applicano, per cui il posizionamento congiunto di un’immagine di sfondo è sempre imprecisa e, soprattutto, dipendente dalle varie rappresentazioni del box-model.

Il CSS è nella stessa pagina HTML, e siamo in tutto passati da 7 Kb con le tabelle a 9 Senza… questo al netto dei numeri della tombola.

nel nome del natale

Sotto una tormenta di neve mi sono goduto The Departed, di Scorsese. Osservando i trailer in giro e ripensando ai film che ho apprezzato ultimamente (Match Point, Inside Man e Romanzo Criminale) ho avuto un sussulto.

Perché i film italiani che escono sotto Natale hanno dei titoli piacioni e insignificanti e sempliciotti, per adescare sempre più persone?
CommediaSexi
Natale a New York
Olé

Dopo qualche tempo di questi film-pacco, a differenza degli esempi sopra, non si ricorda nulla e neppure il titolo è evocativo o emotivo…si palesano come solo una mostarda da sorbire come una medicina, quando si deve essere lieti ed andare al cinema.

Mie proposte per il Natale 2007
Faccela vedé
Natale con la mamma
Le barzellette II (stavolta c’è gnocca)

sala dei trofei con link

Il buon Ema ha rifatto il virtual panorama della sala delle Coppe di Palazzo Durini; negli ultimi tempi le mensole si sono riempite! Abbiamo inserito anche degli hotspot che ti dicono che tipo di trofeo si tratta; se possibile, cliccando, si accede al relativo dettaglio del palmares con risultati, profili dei calciatori etc etc…

Insomma, entri in sala delle Coppe e navighi anche nella storia dell’Inter. La cosa interessante è che le pagine di destinazione non sono memorizzate nel filmato mov (che definisce però gli hotspot e le label connesse) ma descritte come parametri del TAG embed, nel codice HTML della pagina.
Così spiega infatti il sito Apple:

HOTSPOT32=”http://www.apple.com/quicktime” TARGET32=”_blank”
would specify that when hotspot 32 is clicked, the QuickTime home page will load in a new window.

Il risultato, dopo un download di 1,5 MB, è visibile qui.

il polonio delle libertà

Non ringrazieremo mai abbastanza Dorian Gray. Il suo carisma ha portato in piazza un milione di persone a manifestare. La finanziaria opprimente che osteggiavano è in realtà  cagionata da una fallimentare politica economica neoliberista degli anni berlusconiani… nessuno l’ha notato, ma erano in piazza a celebrare il misero fallimento di 5 anni della Casa della Libertà .

marini1.jpgIl suo vero talento, però, è quello di scegliere le persone giuste al posto giusto. Autorevoli? Inattaccabili, professionali? Non proprio.

Un ex-fruttivendolo del mercato di Brescia è diventato il teste-chiave del bluff Telekom-Serbia. Tutto sgonfiato.

Adesso questo Scaramella, un docente di tutte le università  RadioElettra del mondo, cassandra-trombetta dei servizi segreti su presunti attacchi nucleari nel golfo di Napoli, esponente di un sedicente ufficio sinistri alla NATO… ora consulente della Mitrokhin che, per voce del concionatore Guzzanti, non ha cavato un ragno da un buco… insomma, un cazzaro da avanspettacolo che in un paese normale sarebbe confinato in un centro di igiene mentale…

sicurezza e autorevolezza

Sabato in sede, ancora una vittoria!

-la parte più divertente: la prolusione di Emilio Fido sulla “storica” manifestazione della CDL, dove “nessuno aveva mai fatto una cosa simile” ROTFL
– la parte più attesa: la cena al Coco; oggi si giocava alle 18!
– la parte più imprevista: gli interminabili problemi tecnici a Inter Channel
– la parte più strana: l’assoluta tranquillità  lato server, nessuna criticità , nessun nagios-warning

striscione2.jpg