grandi opere e pagamento ICI

Ieri sera ho rivisto un compagno del Liceo (oddio, si può dire compagno?) che tra poco andrà  a vivere da solo, a Ossona, in una casa costruita e ultimata come vuole lui. Travaglio laborioso e costoso, ma alla fine, a luglio, ce la farà .
Oggi, non avendo vinto Berlusconi, ho dovuto pagare l’ICI.

Tribolazioni serie (come la scadenza del mio contratto, oggi) che non si esauriscono in una notte.
Ecco invece cosa ha realizzato in una notte, un ragnetto insignificante, nei 60 cm di spazio libero tra la Aglaonema e la finestra.

grandi_opere2.jpg