grandi opere e pagamento ICI

Ieri sera ho rivisto un compagno del Liceo (oddio, si può dire compagno?) che tra poco andrà  a vivere da solo, a Ossona, in una casa costruita e ultimata come vuole lui. Travaglio laborioso e costoso, ma alla fine, a luglio, ce la farà .
Oggi, non avendo vinto Berlusconi, ho dovuto pagare l’ICI.

Tribolazioni serie (come la scadenza del mio contratto, oggi) che non si esauriscono in una notte.
Ecco invece cosa ha realizzato in una notte, un ragnetto insignificante, nei 60 cm di spazio libero tra la Aglaonema e la finestra.

grandi_opere2.jpg

rocco siffredi a casa del palombaro

Sto chiudendo un po’ di discorsi poco gratificanti sul sitone: lo speciale Brunico, le scuole calcio Inter e un aggiornamento di Iosonointerista.
Il flash all’ingresso è casuale, il Favicon è ora corretto. Ma persistono i problemi per Explorer 5 per Mac. Ho anche scoperto che sono tre anni che Microsfot (voluto) ha abbandonato lo sviluppo.

Intanto le vacanze prendono piede. L’ipotesi Fuerteventura era intrigante ma irrealizzabile per molti motivi. Ho focalizzato e maturato questa decisione: la partenza non è saltata ma solo rinviata. Dopo la metà  di settembre, quando si risparmia il 30%.

Grazie alla prodigiosa produttività  di Internet (che mi fece scoprire gioielli come questo, ora a costo raddoppiato) ho quindi scelto di conoscere ancora meglio lo splendido paese in cui vivo.
La destinazione è la città  natale di Rocco Siffredi, in questo spettacolare Bed&Breakfast.
Soluzione più flessibile, personalizzabile e patriottica. Sono già  in attesa!

il mondo, davvero

Si vota per cambiare l’Italia, ma frega a pochi o a nessuno: più importante battere l’Australia o approfondire le ragioni del sig.Savoia, il quasi principe, puttaniere, suddito della coprolalia.

Nel finesettimana mi sono goduto la mia mansarda con aria condizionata, ma il caldo è terribile. Neppure la fuga nelle colline del Varesotto (al kapuziner con Davide e Fabio) ha migliorato l’afa insopportabile. La sede è deserta, tutti in Sardegna con gli sponsor per l’incombenza del negozio-lavoro.

Sto pianificando le vacnze prossime venture, ma ho anche trovato un sito davvero interessante: la mappa del mondo ridisegnata in base al comportamento dei suoi incivili abitanti. WorldMapper 2006

silenzio in sala

E’ la stessa sala dove vengono presentati i calciatori, si riempie di persone vocianti e un proiettore in penombra.
La sede dell’Inter. Segna Materazzi, Nedved non punge e viene eliminato con Jago-Poborski.

Sul sitone partono gli speciali su Brunico e anche quello degli spazi corporate è in dirittura d’arrivo. Ma queste piccole soddisfazioni non rendono onore alle nuove prospettive per il rinnovo del contratto. Piaga ricorrente, dolorosa, di questi tempi.
Sembra che però ci sia qualche spiraglio di dialogo, di negoziato. Devo giocare bene le mie carte. Intanto sorrido anche per il ranking FIFA, la classifica autorevole come quella di Dagospia.

La seconda (Repubblica Ceca) e la 5a (U.S.A.) eliminate da 13a (italia) e 48a(Ghana) LOL

NO alla devolution dei quattro saggi in padella

Dunque, una legge viene concepita (in commissione o da un onorevole), passa alla Camera, viene inoltrata al Senato che può bocciarla -evidenziando le correzioni da fare nuovamente alla Camera – o approvarla.
Il Presidente della Repubblica la firma -o la rigetta se è viziata e/o incostituzionale- e dopo 15 giorni, pubblicata, è operativa.

5 righe. La sfortunata modifica del titolo V, attuata dal centrosinistra nel 2000, ha accentuato i conflitti di competenze tra Stato e Regioni. Nulla, però, in
confronto alla scellerata riforma voluta dal centrodestra e partorita da raffinati maà®tre à  penser come Calderoli, Nania e D’Onofrio. I 4 saggi nella baita di Lorenzago.

La strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni, e la riforma frettolosa può generare un casino esponenziale di competenze; conflitti su sicurezza, sanità  e pensioni tra regioni e stato, tra senato federale e camera, tra senato federale e regioni. Tutto nell’ottica dell’interesse nazionale. Termine vago che dovrebbe mettere d’accordo tutti, come l’amore per la mamma, anche se ognuno ha in mente una sua idea.

Meglio constatare , e spaventarsi, come potrebbero cambiare le cose: premierato, CSM, e il pasticcio per esteso.
Inutile riempirsi le fauci di federalismo e di meno parlamentari, di fronte al potenziale casino; basta fare un confronto… ad.es, sull art.70.. Prima e dopo.

La funzione legislativa è esercitata
collettivamente dalle due Camere.

La Camera dei deputati esamina i
disegni di legge concernenti le materie di cui all’articolo 117,
secondo comma, fatto salvo quanto previsto dal terzo comma del
presente articolo. Dopo l’approvazione da parte della
Camera, a tali disegni di legge il Senato federale della Repubblica,
entro trenta giorni, può proporre modifiche, sulle quali la Camera
decide in via definitiva.

I termini sono ridotti alla metà  per i disegni di legge di conversione dei decretilegge. Il Senato federale della Repubblica
esamina i disegni di legge concernenti la determinazione dei
principi fondamentali nelle materie di cui all’articolo 117, terzo comma, fatto salvo quanto previsto dal terzo
comma del presente articolo. Dopo l’approvazione da parte del Senato, a tali disegni di legge la Camera dei
deputati, entro trenta giorni, può proporre modifiche, sulle quali il
Senato decide in via definitiva. I termini sono ridotti alla metà  per i
disegni di legge di conversione dei decreti-legge.
La funzione legislativa dello Stato è esercitata collettivamente dalle due Camere per l’esame dei disegni di
legge concernenti le materie di cui all’articolo 117, secondo comma,
lettere m) e p), e 119, l’esercizio delle funzioni di cui all’articolo 120,
secondo comma, il sistema di elezione della Camera dei deputati e
per il Senato federale della Repubblica, nonché nei casi in cui la
Costituzione rinvia espressamente alla legge dello Stato o alla legge
della Repubblica, di cui agli articoli 117, commi quinto e nono, 118,
commi secondo e quinto, 122, primo comma, 125, 132, secondo comma, e 133, secondo comma. Se un disegno
di legge non è approvato dalle due Camere nel medesimo testo i Presidenti delle due Camere possono convocare, d’intesa tra di loro, una
commissione, composta da trenta deputati e da trenta senatori,
secondo il criterio di proporzionalità  rispetto alla composizione delle due Camere, incaricata di proporre un
testo unificato da sottoporre al voto finale delle due Assemblee. I
Presidenti delle Camere stabiliscono i termini per l’elaborazione del testo e per le votazioni delle due Assemblee.

Qualora il Governo ritenga che proprie modifiche a un disegno di legge, sottoposto all’esame del
Senato federale della Repubblica ai sensi del secondo comma, siano
essenziali per l’attuazione del suo programma approvato dalla Camera dei deputati, ovvero per la tutela
delle finalità  di cui all’articolo 120, secondo comma, il Presidente della
Repubblica, verificati i presupposti costituzionali, può autorizzare il
Primo ministro ad esporne le motivazioni al Senato, che decide
entro trenta giorni. Se tali modifiche non sono accolte dal Senato, il
disegno di legge è trasmesso alla Camera che decide in via definitiva a maggioranza assoluta dei suoi componenti sulle modifiche proposte.
L’autorizzazione da parte del Presidente della Repubblica di cui al
quarto comma può avere ad oggetto esclusivamente le modifiche proposte dal Governo ed approvate dalla Camera dei deputati ai sensi del
secondo periodo del secondo comma. I Presidenti del Senato federale della Repubblica e della Camera dei
deputati, d’intesa tra di loro, decidono le eventuali questioni di
competenza tra le due Camere, sollevate secondo le norme dei
rispettivi regolamenti, in ordine all’esercizio della funzione
legislativa.

I Presidenti possono deferire la decisione ad un comitato paritetico, composto da quattro
deputati e da quattro senatori, designati dai rispettivi Presidenti. La
decisione dei Presidenti o del comitato non è sindacabile in alcuna
sede. I Presidenti delle Camere, d’intesa tra di loro, su proposta del
comitato, stabiliscono sulla base di norme previste dai rispettivi
regolamenti i criteri generali secondo i quali un disegno di legge non può contenere disposizioni relative a materie per cui si dovrebbero
applicare procedimenti diversi.

colpo di reni

Giorni un po’ trafelati, tavolata con pizza birra e amici. Delusioni sportive e non, stress, accidia e malumore difficili da scrollare di dosso, come il caldo afoso e velato che persiste.
Poi, all’improvviso, una svolta impensata.
Una mail

Una nuova, allettante, intrigante proposta di crescita professionale. Boom!


James Mossman Inc La condotta effettiva e i rapporti mercantili effettivi

La nostra compagnia ha ricevuto i Suoi dati dal ufficio solido per assunzione della potenza lavorativa. Pensiamo, che Lei può trovare un po? di tempo e non iscendo dalla casa Sua diventare un collèga della nostra organizzata benissimo compagnia.

SCOPO: ABBIAMO BISOGNO DI UN DEI PROGETTI.

Attualmente ci allarghiamo ed abbiamo quantita limitata dei posti, per lavorare con noi non c’e bisogno di avere la spesa da parte di Lei.

COSA LEI DEVE FARE:

1 Creare a posto un ufficcio ativo in vigore :
Quest’ufficio può essere il Suo luogo di abitare. L’unica necessità  è : Lei deve avere la possibilità  di ricevere la comunicazione per la posta elettronica e per telefono.

2 Fare l’assistenza ai menager superiori nella realizzazione della spedizione finanziaria dai clienti:
Ricevere la correspondenza dalla parte di compagnia al Suo indirizzo , rispondere la lettera per posta elettronica, realizzare risposta alle telefonate / aiuto ai clienti.

IL VANTAGGIO:

Non c’e bisogno di andare al lavoro , siccome Lei è independente e lavora diritto dalla casa Sua

Il Suo lavoro è assolutamente legale .

Lei può guadagnare da 3000 fino di 4000 euro dipende dal tempo, quale Lei dedica a questo lavoro .

Non c’e bisogno di spendere il Suo denaro.

io sono interista, tableless & usabile

Domani a mezzogiorno www.iosonointerista.it sarà  online da una settimana. Tutto fatto in emergenza, in urgenza. Stavolta troppa emergenza, persino per FCI.spa

Non parlo di messaggio, di bontà  dell’idea… ma questo sito è una piccola soddisfazione dal punto di vista tecnico. Come già  detto è completamente tableless. Senza tabelle: alcune pagine simulano le tabelle con delle liste LI affiancate orizzontalmente, come illustrato qui.
Anche i FORM sono tableless, come suggerito qui.

Valid CSS!

Il foglio di stile CSS è validato, ma quello era semplice. Il CSS è un po’ incasinato (infatti escono dei warnings) perché mutuato da un template molto articolato di dreamweaver.
Valid XHTML 1.0 Transitional Un po’ più difficile validare il codice XHTML. Innanzitutto, abbiamo uno slideshow flash: chi vuole un sito ad effetto, webbico, d’impatto… farebbe un sito solo in flash… con buona parte di cronologia, stampa, ricerca da google, contatori delle
pagine. Devo ancora capire come far digerire al validator questa concessione che ho fatto ai markettari del web.
Ad esempio, la pagina della spilla? XHTML validation OK
Oppure, la pagina del FORM? anche qui validation OK

Chissà  perché mi esalto quando un sito è modesto, ma compatibile piuttosto che violento e invadente.

mondiale commerciale

Grazie a Sky ho visto quasi tutte le partite finora giocate: il pubblico è sempre stato
uno spettacolo. Stadi sempre pieni e spalti ordinati, anche per Angola-Portogallo.
Con un’unica infamante eccezione.

Un dubbio m’aveva già  assalito addirittura l’8 giugno 1990: San Siro aveva il primo anello semivuoto. Lo stesso è capitato, 16 anni esatti dopo, per Germania-Costa Rica. Molti seggiolini bianchi.

Il problema sono gli sponsor: hanno biglietti a scrocco che non riescono a far godere. Li esigono, in nome di quella rete di relazioni favori/sgarbi che tanto sta riempiendo la cronaca giudiziario/sportiva. E poi non li sfruttano, non sanno a chi darli. Ecco perché l’attesissima prima del mondiale vede spesso posti vuoti.
In 10 anni di calcio vissuto ho approfondito questo lacerante sospetto

inizio a mauitius

I primi auguri sono arrivati ieri, in anticipo, da una mia amica alle Mauritius (sic).
Oggi compio 35 anni, e un piccolo gradevole regalo me lo hanno anche fatto tutti
i tifosi che hanno inviato la loro foto a iosonointerista.it.
Il primo esperimento reale di un sito completamente tableless.
Un buon punto di partenza, a 35 anni!.

ciliegie


Ma ci pensate? Noi siamo gli ultimi ad avere i ricordi in bianco e nero

Marrakech.jpgUn’amica mi invia una mail un po’ malinconica, nella settimana del mio compleanno. Una sequela di “noi che” che vorrebbe tracciare un ritratto generazionale. Agrodolce, certo. Ma anche piacevole.

Una delle mie liturgie preferite, fin da quando ero pischello, è quella della raccolta delle ciliegie. Il mio peso aumenta, l’agilità  si offusca, ma è impagabile la soddisfazione di salire sull’albero, piegare rami, riempire la borsa e la pancia allo stesso tempo. E, tre metri sotto, il cane ad aspettare che qualcosa ti sfugga di mano.
Questo è il mio quadro bucolico-amarcord che aggiornerebbe la mail “noi che