per un pugno di dollari

29 euro in più. Il primo stipendio del 2005.
Questo è quanto ottenuto dalla “epocale” riforma fiscale di Dorian Gray. Come reagire? Fare lo snob e piangersi ancora addosso?
Posso rimpolpare l’estenuante cahier de doleances che funesta questo blog. Oppure potrei riconoscere l’onore delle armi.
Un piccolo segno tangibile, magari una serata per due al Cinema Odeon. 5 noleggi da Blockbuster. Tre tessere del digitale terrestre. Sempre soldi suoi.

Sì, forse è proprio così: non sono ringalluzzito per quel 0,09% in più. Ma perché ora ho un segno tangibile per qualificare e giudicare l’operato della casa delle (loro) libertà .
Dopo la nefasta riforma Moratti, dopo Sirchia che condivide le ragioni dei medici scioperanti, dopo Lunardi che “bisogna convivere con la mafia”, dopo Castelli che “siccome la giustizia va male, è inutile investirci quattrini”, dopo che si sprofonda ben oltre il terzo mondo nelle classifiche internazionali per competività  e libertà  dell’informazione, ecco, dopo tutto questo ho infine realizzato il valore (costo) del mio consenso, della mia indulgenza. La pensione d’accompagnamento per la mia coscienza, 29 Euro al mese.


E fanciullo non sei, stolto non sei
piຠche fanciullo, se da me t'aspetti
di sapere alcunché? Non v'ha tormento,
artificio non v'ha, con cui m'induca
Giove a parlar, se non allenti prima
questi ceppi d'obbrobrio.

Eschilo, il prometeo incatenato

il tempo che vola

Oggi inizia infosecurity, in Fiera. Sono iscritto e vorrei informarmi ma…


$ ping www.infosecurity.it
ping: unknown host www.infosecurity.it
$ dig www.infosecurity.it
; <> DiG 9.2.4 <> www.infosecurity.it
;; global options: printcmd
;; connection timed out; no servers could be reached

Una nuova riunione della comunicazione indica le direttive per la nuova sezione sponsor: un mese e mezzo e partiamo; si parla di piani-ferie per l’estate. L’unico ad averli consegnati al “direttore” sono io; ma sono anche l’unico a non essere dipendente!
A dire il vero non rappresenta neppure il direttore, io non ho vincoli gerarchici.
Si discute col sorriso sulle labbra: la disposizione delle strutture al ritiro di Brunico, le tempistiche del dopopartita, le nuove promocard. Più che effettiva crescita professionale o brodo di coltura del team-building, un modo per approfondire carattere e facondia dei colleghi.

Dietro la serie di lavoretti incalzanti, perdi il contatto con la realtà : tra poco i 10 anni di Moratti alla guida dell’Inter; di questi già  9 piagati dalla presenza mia e del Corra (29 Gen 96). Leggendo il blog, vergognandomi di storie e concetti corrivi, realizzo che, motteggiando, mi ci dedico da più di un anno. Il tempo davvero vola, e non riesco a farmene una ragione!

piccole briciole

Giorno altamente produttivo, forse il clima particolarmente rigido ne giova.
Il video di SKY che mostra i 100 gol di Vieri fa il botto: in pochi minuti lo scaricano tutti, riaprendo il bocchettone della banda ben oltre i 30MB/s. Ma i punti in cui sono intervenuto sono molti: il cronometro nella cronaca partita, le mail di feedback “anonime” per i forum sul sito e infine i banner promozionali. Atalanta e Porto. Altre serate al freddo (per gli altri). D’ora in poi si gioca solo la sera!

Ancora pareggio

Concitato e deludente Davids, incerto Carini e scellerato, sul rigore, Materazzi. La pareggite, ormai conclamata, ritorna a intervalli precisi, come le febbri che Jacopone da Todi invocava per sé. Anche l’Inter ha un lato masochista.
Arriva così il 15^ pareggio, battezzato con gli immancabili moccoli dovuti alla videostation che s’introia, quando sollecitata da diverse applicazioni concorrenti.
Principale indiziato: il carrozzone di Premiere-Terran Media Cleaner; ho perso il treno del pareggio. Bisogna trovare una soluzione che permetta ai tifosi di avere prima i clip dei gol. Semplificare la procedura acquisizione-watermarking inter.it- pubblicazione mpeg1.

Soprattutto per i sacramenti che volano quando si fanno diversi gol in pochi minuti. La sede è riempita di fax dei tifosi (specialmente le frange estremiste): vorrebbero tutti i dettagli sul nuovo DVD delle rimonte. Golosoni!

negozio online e satira a Zelig

Zen-Cart ha un ottimo compromesso tra semplicità  di installazione e funzionalità  offerte. Ci ho dedicato unn pomeriggio, e le principali preoccupazioni sono sorte con l’hardening di apache o mysql; l’ho messo in una cartella protetta ma.. c’è da perdersi. Gestione utenti, ordini, promozioni, saldi, magazzino, immagini e thumbnail; integrazione con pay-pay. Notifiche amministrative e commerciali; report statistici sui prodotti più visti, più cercati. Ovviamente gestione del carrello e connubio con il certificato ssl se installato. Infine una robusta sezione amministrativa che abbraccia in modo altamente modulare il layout del sito, gli accessi, i banner, la community utenti. Sicuramente una piattaforma completa, chissà  però sul campo. Mi riservo di completare il tutto.

Sembra, nevichi. Così non mi abbandono alla nostalgia: ierl’altro con Branca abbiamo visionato le gesta di un piccolo genio calcistico brasiliano. Era segnalato dal sito del Corriere.
Il bello? La data di nascita: 1995.
Ieri sera, sede di Durini vuota eccezion fatta per la saletta ICT. MP3 a palla e Winamp che estrae proditoriamente una canzone degli A-Ha. Hit del 1985.
Ci siamo capiti.

Ieri sera, poi, prima di Zelig. Ridere senza far pensare. Evasione senza però graffiare. Piacevole, ma fine a sé stessa, come l’onanismo. Unici slanci caustici uscivano dai sempre più ispirati e visionari Ficarra e Picone.
Insopprimibile però il trasporto emotivo evocato dalla “canzone Intelligente”, emblema surreale di una comicità  che sperimenta. E non campa di tormentoni e calembour

Spilli nel tempo

“Quel che si fa per amore è sempre al di là  del bene e del male”
F. Nietzshe
“Chi controlla il passato, controlla il futuro. Chi controlla il presente controlla il passato”
G.Orwell

Dedicati a MM e Dorian Gray, saccheggiati dal magistrale articolo di Beccantini sul “Guerin Sportivo”

Dopo un piacevole pranzo, quattro passi in galleria con un’amica; chiacchierare e svagarsi: sembra che la candelorà  abbia trovato il suo responso. Quando si discorre amabilmente, gli interventi sono posati e equilibrati. Milano è soave, Piazza Duomo è gremita di pischelli vocianti per lo show di MTV.

>>Attraversamento

Il rientro porta con sè molto spam. L’Inter prepara un’amichevole con Zenga, ma quasi nessuno se lo ricorda, tra i miei colleghi. Una vibrante riunione della comunicazione nerazzurra in mattinata: marginale il coinvolgimento del sito, ma si è riso e urlato molto. Si è anche brigato di non fare polemica per ‘gnicosa… invano. Comunque tutto molto divertente, anche perché alcuni non hanno usato perifrasi per denunciare le magagne. Si è valicato tutto con il cortisone verbale:” anche se può sembrare illogico… ma se la società  lo vuole… obbedisco!”

Pranzo inverecondo a Casorezzo con Cristiano, il pacchetto e-commerce scelto sembra ormai Zen-Cart; funzionale, completo e intrigante. Solido, sembra, scheletro LAMP come infrastruttura software e sistema operativo. Tutto procede a gonfie vele, a giorni aspettiamo le indicazioni sui preventivi, onde dettagliare la tempistica.

blog-canc.jpg

Dopo la palestra pomeridiana, attraverso Milano per portare l’Arosa in via Durini. Milano, alla fine della giornata lavorativa, è una nevrotica teoria di cantieri, rossi imbeccati, gipponi e anarchia urbanistica. Un motore a pieni giri, stordente. Stavo già  rimpiangendo i puri e solitari orizzonti della Val d’Ayas quando, imboccando l’entrata di palazzo Durini, incrocio una Ferrari nera fiammante che esce dal chiostro. Al volante:Lapo Elkann. Al posto del bagagliaio, enorme e trasparente, due turbine tipo il flusso-canalizzatore di “Ritorno al Futuro”.
Discrete come un terremoto tonitruante e privato.

Passione di fondo

Quattro giorni in montagna con neve splendida! Davvero corroboranti, il tempo è sempre stato favoloso anche se piuttosto rigido (spesso oltre -15, la sera).
Da vero morto di fame, spendo il terzo finesettimana consecutivo senza sborsare una lira: mi invitano sempre gli amici. Stavolta, in montagna, grolla e aperitivo offerti da Davide.

Le piste praticamente perfette hanno svegliato la passione di mia moglie per il fondo: due giorni consecutivi a inanellare ore e ore sui “binari”, mi sa che per il suo compleanno ho chiarito le idee.

Senza TV, sono stati giorni aostani in cui ho coltivato la mia cultura: innanzitutto su OScommerce e PGMarket, le piattaforme PHP che dovrebbero impreziosire i prossimi progetti con Cristiano.