“l’aria fresca…

…della domenica mattina” è impareggiabile. Tutto più tranquillo ordinato pulito e rinfrescante. Sono le 7 e, come preventivato, arriva l’annuncio di Davids.
Un cappuccio al bar in piazza, per non svegliare Fabiola. Faccio lo sbòrone e poi via, al computer per il panegirico d’ordinanza al pitbull.

Da quando ho messo il climatizzatore ci è piovuta addosso un’estate fresca. Il termine di paragone è la festa di Rifondazione al Mazdapalace: l’anno scorso ci divoravano le zanzare. Quest’anno Miriam e la Faby invece ripiegano addirittura su un maglioncino.
Setacciamo la solita congerie di convegni stand bancarelle: G si concede un’invidiabile maglia tipo college, con impresso CCCP. Io lo emulo, poco dopo.
Tutto sembra andare per il meglio: per i colori nerazzurri è il momento della consueta ricorrente incontenibile istintiva euforia per il futuro.