Domande infruttuose

I marinai genovesi, al tempo delle repubbliche marinare, avevano meno dubbi.
O esercitavano il loro “diritto al mugugno” o, forti di un salario più corposo, dovevano restare zitti. Il rientro è poco bucolico, ma denso di stimoli e di domande che riverso senza nesso.
I norvegesi riprendono la caccia alle balene, perché? Perché una persona intelligente non sfugge il fascino ipnotico della televisione? Riparte poi la campagna abbonamenti: la serie A a venti squadre e un mese in più di CoCoPazzo!
Avrei voluto scrivere “un mese in più di partite avvincenti e domeniche rubate” rifletto: farò ancora questo lavoro? Se sì, perché essere ancora tacciato, nei commenti, di pessimismo?
In realtà  non sono pessimista, né cupo. Faccio, ridendo spesso e a sproposito, un lavoro che mi appassiona!
Liquidando con una sentenza da test di Donna Moderna, anamnesi psicologica minuta, uno raccoglie dalla (mia) lettura ciò che tocca per primo le (sue) corde. Nosce te ipsum!
A suggello dell’ultimo, splendido girovagare lascio un album


capce.jpg

Omeomerie televisive: solo grandi parate e la mia faccia; la mia faccia e solo grandi parole.